TITOLO MANCANTE
Tipo
stampa smarginata
Autore
ambito francese motivo dell'attribuzione: analisi stilistica
ambito francese motivo dell'attribuzione: analisi stilistica
ambito francese motivo dell'attribuzione: analisi stilistica
Editore/Stampatore: EDTN=Moncornet Balthasar
Descrizione
Il personaggio effigiato è Ramon Lullo (Palma di Maiorca, 1235 - (?), 1316). Egli trascorse la sua giovinezza come cortigiano e troubadour. Scrittore assai prolifico, dal 1274 compose moltissimi scritti filosofici, mistici, poetici, in latino, catalano e anche in arabo, lingua che, infatti, studiò insieme alla logica per potersi confrontare con successo sui temi religiosi con i musulmani. Nel 1272 ebbe un'esperienza illuminante sul monte Randa nell'isola di Maiorca grazie alla quale intuì la possibilità di costruire un'arte filosofica fondata sugli attributi divini, bontà, grandezza, eternità, capace di validità universale, perchè la trama dei concetti e dei simboli riflette la struttura della realtà del mondo e di Dio. Si consacrò, così, alla conversione dei musulmani. In uno dei suoi aspetti l'arte lulliana, esposta nello scritto intitolato `Ars Magna`, è un'arte di memoria e mnemotecnica i cui attributi divini, che ne costituiscono il fondamento, prendono forma in una struttura trinitaria, per cui l'arte diviene agli occhi di Lullo un riflesso della Trinità. A questo concetto sembra alludere l'indicazione emblematica, rappresentata nell'effigie, delle tre torce accese in cielo e incrociate a comporre un triangolo, sintesi iconica della frase espressa sul cartiglio.
Soggetto
ritratto di Raimondo Lullo
Datazione
sec. XVII , 1650 - 1668 Motivo della datazione: analisi storica
Materia e tecnica
bulino
Misure
Foglio(mm.) altezza 221 larghezza 170(mm.) altezza 160 larghezza 114
Localizzazione
(PU) Urbania
Collocazione
Palazzo ducale - indirizzo: c.so Vittorio Emanuele, 23 - Museo Civico Pinacoteca
Identificatore
1100152532
Proprietà
proprietà Ente pubblico territoriale