RITRATTO DI GIULIA ALBANI DEGLI ABATI OLIVIERI
Tipo
scultura
Autore
Rusconi Camillo 1658/1728 ; motivo dell'attribuzione: analisi stilistica
Descrizione
Tenuto per lungo tempo nei depositi del museo senza una attribuzione certa, soltanto nel 1975 Jennifer Montagu ricostruì la storia del busto e lo attribuì al Rusconi. Si tratta del ritratto di Giulia Albani nata a Pesaro nel 1630, moglie di Giovanni Andrea degli Abati Olivieri e ricordata per aver seguito personalmente l'educazione di suo nipote Gianfrancesco Albani, futuro papa Clemente XI, rimasto orfano all'età di un anno. Alla sua morte il papa fece realizzare questo busto in suo onore (Baldinucci 1735, ed. 1975, p. 94) e nel 1720 lo spedisce a Pesaro, per essere collocato nella chiesa di S. Domenico. Purtroppo della tomba non si conosce nè la posizione nè l'aspetto, in quanto la chiesa fu completamente rinnovata nel corso dell'Ottocento, quando la tomba fu smembrata e il busto restituito alla famiglia Albani.
Soggetto
ritratto di Giulia Albani degli Abati Olivieri
Datazione
sec. XVIII , 1720 - 1720 Motivo della datazione: bibliografia
Materia e tecnica
marmo scolpito
Misure
altezza 96 larghezza 74 profondità 49.30
Localizzazione
(Vienna)Localizzazione notaprovenienza: Italia - Marche (PU) Pesaroprovenienza: Italia - Marche (PU) Pesaroprovenienza: Austria - Viennaprovenienza: Austria - Vienna
Collocazione
Kunsthistorisches Museum - Kunsthistorisches Museum
Identificatore
1100000323
Proprietà
proprietà Ente straniero

Ritratto di Giulia Albani degli Abati Olivieri Ritratto di Giulia Albani degli Abati Olivieri Ritratto di Giulia Albani degli Abati Olivieri