MONASTERO DI S. MARIA ASSUNTA IN CIELO
Tipo
benedettino(Macrotipo: architettura religiosa)
Autore
ampliamento e ristrutturazione ambito culturale: maestranze locali settecentesche
Descrizione
chiesa originaria - notizia esistenza - secolo XIII - Nelle Rationes decimarum del 1290 è nominata la chiesa di "S. Maria de Castanea`.convento originario - primo insediamento - secolo XI - Il primitivo convento era localizzato fuori dalla cerchia muraria, lungo l'antica strada romana che collegava San Giusto a Urbs Salvia, in una località denominata `Ad Castaneam`. L'area corrisponde all'attuale incrocio fra la strada per Mogliano e quella per S. Rustico dove la carta dell'IGM 1:25000 segnala Casa Vesprini. In tale sito, alla metà del XVI secolo, verrà costruita la villa di campagna dei Bonafede. Il convento era denominato `S. Maria de Castanea` ed apparteneva ai monaci benedettini.nucleo originario - passaggio di proprietà - secolo XV - Nel sec. XV il convento di S. Maria de Castanea passò ad un ordine femminile pur mantenendo lo stesso titolo. Nelle `Collationes` degli anni 1405-1434 compare infatti la badessa del monastero di S. Maria de Castanea.chiesa originaria - notizia esistenza - secolo XVI - Negli Statuti comunali di Monte S. Giusto, stampati a Macerata nel 1572, si ricorda che nella chiesa di `S. Maria de Castanea` si celebrava il 15 agosto la festa di S. Maria Assunta.nucleo originario - costruzione - secolo XII - Sul finire del XII secolo il primitivo convento fu trasferito all`interno del castello di S. Giusto mantenendo il titolo di `S. Maria de Castanea`. Un mattone murato nel cortile del monastero reca incisa la data 1100, tuttavia non è possibile stabilire la sua provenienza.intero bene - ristrutturazione, ricostruzione e ampliamento - secolo XVIII - Nel corso del sec. XVIII il convento subì interventi di ristrutturazione e di ricostruzione con un probabile ampliamento. Le opere di ristrutturazione interessarono la parte più antica, prospiciente l'attuale via Recchi, con il rifacimento dell'ingresso, dello scalone, del refettorio e della cucina e quasi certamente del piano superiore. La chiesa fu probabilmente ricostruita dopo aver demolito il precedente insediamento. In questo arco di tempo si costruì anche il corpo sud, attualmente contrassegnato con la particella n.102, che presenta in facciata caratteri stilistici settecenteschi. Non è stato possibile accertare se si trattò di un vero e proprio ampliamento o di una semplice ricostruzione di un corpo di fabbrica esistente.chiesa - demolizione - secolo XX - A cavallo tra gli anni sessanta e settanta del sec. XX la chiesa, ad eccezione della facciata (forse della sola parte inferiore), venne demolita.intero bene - ricostruzione chiesa e ristrutturazione - secolo XX - Nel 1972 la chiesa venne ricostruita con una struttura in cemento armato e mattoni a faccia vista mentre la facciata settecentesca fu restaurata. Sempre in questo periodo furono eseguiti altri lavori di ristrutturazione che interessarono il nuovo ingresso spostato sul prospetto lungo via Garibaldi.
Localizzazione
(MC) Monte San Giusto
Identificatore
1100046729

Monastero di S. Maria Assunta in Cielo Monastero di S. Maria Assunta in Cielo