TEATRO CIVICO
Tipo
comunale(Macrotipo: architettura pubblica e/o di uso pubblico - edifici per lo spettacolo, lo sport ed il tempo libero)
Autore
Piervittori Mariano - primo rifacimento decorazione interna
Vandone Antonio - restauro
Nardi Sigismondo - decorazione interna
Lucatelli Giuseppe - progetto
Descrizione
intero bene - progetto - secolo XIX - Nei primi anni dell`800 si costituisce a Porto San Giorgio una Società dei condomini con lo scopo di edificare un teatro. L'area prescelta per l'edificio è denominata 'casa del forno pubblico' e si trova nel cuore dell'antico quartiere medievale del Porto di Fermo (attuale Porto San Giorgio). Il progetto viene affidato all'architetto Giuseppe Lucatelli che applica anche qui i moduli architettonici già sperimentati nel Teatro dell'Aquila di Tolentino (oggi Teatro Vaccai), dove si allontana dai canoni dell'architettura barocca per adottare un linguaggio più vicino al Valadier e soprattutto a Francesco Milizia, propugnatore di un'architettura teatrale improntata ai principi della 'solidità, comodità e convenienza', secondo i dettami del razionalismo illuminista.intero bene - rifacimento della decorazione interna - secolo XIX - Nella seconda metà dell`800 la Deputazione teatrale decide di procedere a un radicale rinnovamento dell'interno per quanto riguarda la decorazione del soffitto e dei palchi. L'incarico è affidato al pittore Mariano Piervittori, al quale viene anche commissionato un nuovo sipario con soggetto patriottico conforme al clima istauratosi con l'arrivo dei piemontesi nel 1860: sul nuovo sipario viene dipinto l'ingresso di Vittorio Emanuele nella piazza principale della città. Il teatro è riaperto al pubblico nel 1862 ed è intitolato a Vittorio Emanuele II, re d'Italia.intero bene - primo restauro - secolo XIX - Il teatro viene restaurato una prima volta nel 1841.intero bene - restauro - secolo XX - Agli inizi del Novecento si rende necessario un nuovo restauro e la Società dei Condomini affida l'incarico all'architetto Antonio Vandone di Torino. I lavori prevedono la creazione di nuovi servizi, la dotazione di un impianto elettrico, la decorazione dei palchi e della sala con stucchi in bianco e oro, che viene affidata al pittore locale Sigismondo Nardi, che lascia il meglio di sè nella decorazione del soffitto. Dopo un periodo abbastanza lungo di lavori, il teatro è inaugurato con la Bohème di Giacomo Puccini nel 1913.intero bene - variazione d'uso - secolo XX - Nel 1937 il teatro viene adibito a sala cinematografica e subisce un lento decadimento, tanto che nel 1946 è dichiarato inagibile.intero bene - costruzione - secolo XIX - Il teatro viene costruito nel 1817, su progetto dell`architetto Giuseppe Lucatelli.
Localizzazione
(FM) Porto San Giorgio
Identificatore
1100046928

Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Teatro civico Veduta dei palchi del Teatro Civico di Porto San Giorgio