PALAZZO DEGLI STUDI
Tipo
pubblica(Macrotipo: architettura pubblica e/o di uso pubblico - edifici scolastici ed attrezzature culturali)
Autore
Felici Giuseppe - decorazione scultorea
Luchetti Amerigo Sesto - decorazione scultorea
Bazzani Cesare - progetto
De Angelis Giuseppe - decorazione scultorea
costruzione ambito culturale: maestranze locali novecentesche
Descrizione
intero bene - costruzione - secolo XX - I lavori di costruzione iniziarono nel mese di febbraio del 1931 con la demolizione dell'antico edificio.intero bene - decorazioni - secolo XX - Nel 1934 Giuseppe Felici e Giuseppe De Angelis eseguirono diverse statue ornamentali per il palazzo. Nel 1936 Amerigo Sesto Luchetti modellò i bassorilievi del proscenio del teatro che allora si chiamava 'Rex'.parte esterna - inaugurazione - secolo XX - La parte esterna del palazzo (porticato, galleria e negozi) fu inaugurata il 24 maggio 1934 alla presenza del Prefetto e del Segretario federale del P.N.F..piano seminterrato - inaugurazione cinema - secolo XX - Il 28 marzo 1936 fu inaugurata la sala cinematografica.intero bene - uso - secolo XX - Negli anni 1944-1946 il palazzo fu requisito dalle forze militari occupanti e le scuole furono trasferite.area di sedime - soppressione napoleonica - demaniazione - secolo XVIII - Sull`area dell`attuale palazzo esisteva il Convento di S. Francesco le cui prime notizie risalgono al 1241. Espulsi una prima volta i religiosi nel 1798, il convento fu ridotto a caserma. Espulsi definitivamente nel 1810, l'edificio fu utilizzato come caserma, poi come carcere femminile ed infine come scuola pubblica. Nel 1824 fu demolita la chiesa di S. Francesco e, su parte dell'area da essa occupata, fu costruito, su progetto dell'architetto Salvatore Innocenzi, un edifico porticato arretrando il fronte principale per fare spazio all'attuale piazza, mentre il chiostro fu ridotto a pescheria. Da questo momento e fino al 1929 il convento di S. Francesco subì una serie di trasformazioni e demolizioni. Nel 1898 l'ingegnere Ruggeri presentò un progetto per trasformare l'ex convento in scuola pubblica. Un altro progetto fu presentato dall'ing. Federiconi che prevedeva di conservare il salone affrescato del convento. Nel 1910 il Consiglio comunale decretò la sua demolizione.intero bene - progetto - secolo XX - Nel 1928 l`architetto Cesare Bazzani ottenne l`incarico per il progetto del palazzo che doveva contenere il Regio Istituto Tecncico ed il Regio Liceo Scientifico. Il disegno fu pronto nel 1929 ma dovette subire una serie di varianti: tra il 1930 e il 1931 si decise infatti di inserire dei portici con botteghe e una sala per riunioni e spettacoli.
Localizzazione
(MC) Macerata
Identificatore
1100046969

Palazzo degli Studi Palazzo degli Studi