SARCOFAGO
Tipo
sarcofago
Autore
ambito romano analisi stilistica
Descrizione

Il sarcofago è decorato solo frontalmente: ai margini sono posti due pilastrini rastremati verso l'alto e sormontati da capitelli corinzi; seguono due campi con decorazione strigilata entro cornici modanate interrotte al centro, dove è il riquadro figurato; in esso sono rappresentati due apostoli con capo rivolto verso la figura della defunta orante.

Il sarcofago, probabilmente opera di una bottega di scultori romani, è databile intorno al IV secolo, per le proporzioni tozze delle figure, la piattezza del rilievo, l'uso del trapano corrente per la definizione degli occhi. Dal punto di vista iconografico il sarcofago è il primo ed unico esempio nelle Marche in cui compare la figurazione dell'orante fra i gli apostoli. Il sarcofago trova un riscontro in ambito locale con quello della chiesa di S. Catervo a Tolentino.

l`usura delle figure al centro dovuta al tempo e probabilmente all'esposizione dell'opera in esterni ne pregiudica la leggibilità.;

Datazione
sec. IV - 300 - 399 - Motivo della datazione: analisi stilistica
Materia e tecnica
marmo
Misure
Altezza: 47 Larghezza: 177 Profondità: 64
Localizzazione
(MC) Macerata
Collocazione
Palazzo Buonaccorsi - p.zza Vittorio Veneto, 2 - Musei civici di Palazzo Buonaccorsi
Identificatore
1100133898
Proprietà
proprietà Ente pubblico territoriale