RITRATTO DEL PADRE GESUITA GIUSEPPE ASCLEPI
Tipo
dipinto
Autore
ambito marchigiano analisi stilistica
Descrizione

L`iscrizione posta sul retro della tela consente di identificare il personaggio ritratto, seduto mentre scrive, con il padre gesuita Giuseppe Asclepio (Macerata 1706 ù Roma 1776). Fu educato presso i gesuiti lauretani e nel 1721 entrò nell'ordine religioso. Divenne in seguito docente di filosofia e geometria a Perugia e a Siena. Nel 1756 ottenne la cattedra di astronomia al Collegio Romano. Il presente dipinto, non priva di qualità, ritrae il personaggio in età avanzata secondo uno schema compositivo liberamente ispirato alla ritrattistica rinascimentale. La serietà della posa e dello sguardo diviene infatti espressione della dignità morale dell'effigiato secondo la teoria del decorum, codificata nel Cinquecento. La mano che impugna la penna e gli oggetti che gli sono accanto (libro, sfera armillare, termometro su cui figura il monogramma gesuitico) alludono all'interesse per gli studi astronomici e fisici.

Soggetto
ritratto del padre gesuita Giuseppe Asclepi
Datazione
sec. XVIII - 1750 - 1774 - Motivo della datazione: analisi stilistica
Materia e tecnica
tela/ pittura a olio
Misure
Altezza: 88 Larghezza: 63
Localizzazione
(MC) Macerata
Collocazione
Palazzo Buonaccorsi - p.zza Vittorio Veneto, 2 - Musei civici di Palazzo Buonaccorsi
Identificatore
1100133924
Proprietà
proprietà Ente pubblico territoriale