OPERE DI MISERICORDIA: VISITARE I CARCERATI.
Tipo
predella dipinta
Autore
Olivuccio di Ciccarello - notizie dal 1388 al 1439 - Motivo dell'attribuzione: analisi stilistica
Descrizione

Le tavole probabilmente formavano la predella di uno stendardo distrutto nel 1944 o di un dossale ad uso della Confraternita della Misericordia o dell'Ospedale ad essa annesso. In epoca imprecisata passarono di proprietà di Gaetano Ciccarini, che li vendette, come opera `della mano di Giotto, o della di lui scuola`, alla Biblioteca Vaticana nel 1837, da dove nel 1909, con attribuzione a Carlo da Camerino, vennero trasferiti in Pinacoteca. L'attribuzione è rimasta tale fio a quando, nell'ambito di una complessiva rivalutazione della cultura pittorica camerinese e in particolare della personalità di Carlo da Camerino, non è stata per assonanze stilistiche ricondotta a Olivuccio di Ciccarello.

Soggetto
opere di Misericordia: visitare i carcerati.
Materia e tecnica
tempera su tavola
Misure
Altezza: 37 Larghezza: 29.2
Localizzazione
(Ci) tà del Vaticano
Collocazione
Palazzi Vaticani - Pinacoteca Vaticana
Identificatore
1100000003
Proprietà
proprietà Ente straniero in Italia

opere di Misericordia: visitare i carcerati. opere di Misericordia: visitare i carcerati.