MADONNA CON BAMBINO TRA SAN SEBASTIANO, SAN RAFFAELE ARCANGELO E DONATORE
Tipo
dipinto
Autore
ambito marchigiano bibliografia
Descrizione

L'opera fu segnalata da Zeri (1948) come esempio di manipolazione e di falso: da un dipinto era stata ritagliata l'immagine del donatore, ritoccata e manomessa l'iscrizione alla base del gradino (del trono) che invocava la protezione dell'arcangelo Raffaele, trasformata nella firma di Raffaello Sanzio. Così fu venduta da un antiquario fiorentino al museo di Detroit, che la restituì a seguito della segnalazione di Zeri, che esibiva una fotografia acquistata nel mercato antiquariale dimostrante che la tavola `firmata` da Raffaello derivava dalla tavola con la `Madonna in trono, l'arcangelo Raffaele con Tobiolo, San Sebastiano e il donatore` che una scritta identificava in Francesco Uguccioni di Pergola, capitano al servizio di Guidubaldo da Montefeltro. Una ricerca negli archivi e nelle memorie di Pergola permetteva (Cleri 2002 e 2004) di ricostruire la storia della pala presente almeno fino alla fine dell'Ottocento nella chiesa di S. Agostino a Pergola, nell'attuale altare dell'angelo custode, in origine di pertinenza della famiglia Uguccioni.

Soggetto
Madonna con Bambino tra San Sebastiano, San Raffaele Arcangelo e donatore
Datazione
sec. XVI - 1505 - 1505 - Motivo della datazione: bibliografia
Materia e tecnica
olio su tavola
Identificatore
1100000304

Madonna con Bambino tra San Sebastiano, San Raffaele Arcangelo e donatore Madonna con Bambino tra San Sebastiano, San Raffaele Arcangelo e donatore