CRISTO RISORTO
Tipo
dipinto
Autore
Cantarini Simone - 1612/1648
Descrizione

Il dipinto fu commissionato a Simone Cantarini dai confratelli della compagia della Grotta a Urbino per la cappella omonima del loro oratorio e collocato nella cripta del duomo. Proprio a causa della sua collocazione a ridosso della parete il dipinto già nel 1651 presentava inequivocabili segni di deterioramento, tali da rendere necessario un provvedimento di rimozione. Infatti fu trasportato dalla cripta all'altare principale all'interno dell'oratorio. Infine viene decisa la vendita dell'opera a Bologna nel giugno del 1659. Non è escluso che a risolvere la Compagnia della Grotta a favore della vendita concorressero, forse in egual misura, la consapevolezza che un dipinto non era la soluzione decorativa congrua alle condizioni del sito e insieme la possibilità di ricavare una somma discreta se lo stesso fosse stato immesso sul mercato bolognese. Si segnalava il Cristo Risorto ancora a Bologna, negli anni precedenti il secondo conflitto mondiale, ma della pala si perdono nuovamente le tracce almeno fino al 1980 quando ricompare sul mercato antiquario.

Soggetto
Cristo risorto
Datazione
sec. XVII - 1644 - 1647 - Motivo della datazione: documentazione
Materia e tecnica
olio su tela
Misure
Altezza: 250.8 Larghezza: 207.3
Localizzazione
(Boston)
Collocazione
Museum of Fine Arts - Museum of Fine Arts
Identificatore
1100000387
Proprietà
proprietà Ente straniero

Cristo risorto Cristo risorto Cristo risorto