RITRATTO DI ANTONIO GALLI
Tipo
dipinto
Autore
Barocci Federico - 1535 ca./1612
Descrizione

Il dipinto, in passato attribuito a Tiziano, è stato assegnato a Baroccida Olsen e Shearman. L'identificazione del ritrattato con l'umanista e diplomatico urbinate Antonio Gallo sembrerebbe confermata dal confonto con il ritratto in bronzo dello stesso (New York, Frick Collection), che reca una targhetta con indicato il nome del personaggio, e con un disegno di Barocci raffigurante una testa virile (Londra, British Museum).

Soggetto
ritratto di Antonio Galli
Datazione
sec. XVI - 1560 - 1560 - Motivo della datazione: bibliografia
Materia e tecnica
olio su tela
Misure
Altezza: 108 Larghezza: 84
Localizzazione
(Copenaghen)
Collocazione
Statens Museum for Kunst - Statens Museum for Kunst
Identificatore
1100000394
Proprietà
proprietà Ente straniero
Allievo di Bartolomeo Genga, ammiratore di Raffaello e del Correggio, Federico Barocci (Urbino 1528/35-1612) avviò nel gusto e nel colore il manierismo barocco. Nelle sue opere impegna la pittura in quello che sarà nel seicento il programma cattolico: contrastare la religione individuale del protestantesimo con il sentimento e il culto collettivi. Federico Barocci è sepolto nella chiesa di San Francesco di Urbino.