AMORE E MORTE IN GIACOMO LEOPARDI
Tipo
Documentario
Categoria
videoregistrazione
Autore
Regia: Tabanelli Giorgio Autore/Curatore: Tabanelli Giorgio
Descrizione
Attraverso la ricostruzione della vita di Giacomo Leopardi (Recanati 29/06/1798 - Napoli 14/06/1837) si ripercorre l'opera del poeta di Recanati (Ancona - Marche). 'La visione pessimistica di Leopardi è l'espressione di una vita strozzata ed una incapacità di vivere nella dura e aspra realtà dele cose e degli uomini.' Questa forse la sintesi della sua intera esistenza dove 'l'amore e la morte sono le sol cose belle che ha il mondo e le sole solissime degne di essere desiderate'. Durata: 30m 55s
Identificatore
1100001626
Giacomo Leopardi (Recanati, 1798 – Napoli, 1837) è stato un poeta, filosofo, scrittore, filologo e glottologo italiano. Nasce nel 1798 a Recanati, in provincia di Macerata, da una delle più nobili famiglie del paese, primo di otto figli. Il padre, il conte Monaldo, era un uomo amante degli studi e d'idee reazionarie; la madre, la marchesa Adelaide Antici, era una donna energica, legata alle convenzioni sociali e ad un concetto profondo di dignità della famiglia, motivo di sofferenza per il giovane Giacomo, che non ricevette tutto l'affetto di cui aveva bisogno. È ritenuto il maggior poeta dell'Ottocento italiano e una delle più importanti figure della letteratura mondiale; inoltre la profondità della sua riflessione sull'esistenza e sulla condizione umana ne fa anche un filosofo di notevole spessore. La straordinaria qualità lirica della sua poesia lo ha reso un protagonista centrale nel panorama letterario e culturale europeo e internazionale, con ricadute che vanno molto oltre la sua epoca. Riflessione filosofica ed empito poetico fanno sì che Leopardi, al pari di Schopenhauer e più tardi di Kafka, possa esse visto come un esistenzialista o almeno un precursore dell'esistenzialismo.

Amore e morte in Giacomo Leopardi Amore e morte in Giacomo Leopardi Amore e morte in Giacomo Leopardi Amore e morte in Giacomo Leopardi Amore e morte in Giacomo Leopardi