PALAZZO MOZZI
Tipo
signorile(Macrotipo: architettura residenziale)
Autore
Torelli Giuliano - costruzione
Pellegrini Pellegrino - costruzione
costruzione ambito culturale: maestranze locali cinquecentesche
Descrizione
area di sedime - preesistenze - secolo XVI - Sul luogo dell`attuale palazzo esistevano due case acquistate il 12 febbraio 1534 da Bartolotto Mozzi.intero bene - progetto - secolo XVI - Il 21 maggio 1534 il Mozzi patteggia con lo scalpellino Giuliano Torelli la fornitura della pietra occorrente al rivestimento delle costruzioni preesistenti. Il Serra in B 03000270 riferisce di una attribuzione del progetto dell'edificio a Pellegrino Pellegrini, detto Pellegrino Tibaldi.intero bene - restauro e ristrutturazione - secolo XX - Opere di restauro e di adattamento alle nuove funzioni vennero eseguiti dalla Banca d'Italia dopo il 1924. Tra le altre cose, si provvide a mettere in comunicazione i piani seminterrato, terra e primo con i rispettivi piani dei palazzi vicini.intero bene - proprietà - secolo XVII - Intorno agli inizi del sec. XVII il palazzo passò agli Altoviti di Roma, creditori dei Mozzi, e da questi, prima del 1617, ai Ferri.prospetto principale - modifiche - secolo XVIII - Nella seconda metà del sec. XVIII Carlo Ferri fece modificare le finestre del terzo ordine e forse rifece lo scalone.intero bene - proprietà - secolo XIX - Tra la fine del XIX e l`inizio del sec. XX il palazzo passò ai Mignardi (che lo possedevano ancora nel 1913) e da questi, tra il 1921 e il 1924, alla Banca Nazionale del Regno (oggi Banca d'Italia).intero bene - consolidamento e restauro - secolo XX - Fra il 1984 e il 1988 furono eseguiti i seguenti lavori: fissaggio dei paramenti lapidei distaccati e lesionati al supporto murario mediante microcuciture armate previo preconsolodamentopiano nobile, soffitti - decorazioni pittoriche - secolo XIX - Nel corso del sec. XIX furono affrescati alcuni soffitti del piano nobile. Non si conosce il nome dell'artista (o degli artisti) che realizzò l'opera.passaggi pensili - costruzione - secolo XX - Nel corso del sec. XX furono costruiti alcuni passaggi pensili sopra al cortile per collegare gli ambienti del corpo anteriore con quelli del corpo posteriore.intero bene - costruzione - secolo XVI - I lavori di costruzione del palazzo iniziarono dopo il 1° febbraio 1535, data del contratto col costruttore. Lo scalpellino-architetto Giuliano Torelli cercò di adattare, per quanto poteva, il partito architettonico agli edifici preesistenti. Ai lati del basamento pose due colonne corinzie che qualche storico ipotizza provenienti da Helvia Recina.
Localizzazione
(MC) Macerata
Identificatore
1100007677

Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi Palazzo Mozzi