CHIESA DI S. CLAUDIO AL CHIENTI
Tipo
chiesa
Autore
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03000574 (pp. 26...28)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03000738 (p. 82)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03000987 (p. 58)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03001338 (pp. 70...71)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03001359 (p. 21)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03001617 (p. 34)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03001644 (p. 200)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03000827 (p. 321)
maestranze locali dei secc. XI-XII B 03000862 (pp.: 494
Descrizione

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, La costruzione della chiesa è fatta risalire ai secc. XI-XII

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, A seguito delle distruzioni inferte all'edificio dai maceratesi, si costruisce l'avancorpo, quasi un sagrato, del p.t. con la scala e il portale in pietra della chiesa superiore, forse realizzato con materiale di recupero. I maceratesi distruggono anche alcune volte della chiesa superiore, sostituite da capriate.

intero bene, Nel 1460, a causa della peste, l'interno della chiesa viene intonacato a calce viva.

chiesa inferiore, Nel 1486 sono realizzati i due affreschi presenti nella chiesa inferiore raffiguranti i S. Rocco e S. Claudio.

chiesa inferiore, Nel 1486 sono realizzati i due affreschi presenti nella chiesa inferiore raffiguranti i S. Rocco e S. Claudio.

chiesa inferiore, Nel 1486 sono realizzati i due affreschi presenti nella chiesa inferiore raffiguranti i S. Rocco e S. Claudio.

intero bene, Nel 1925-1926 l'arcivescovo di Fermo fa eseguire, sotto la direzione della Soprintendenza regionale, diversi restauri, fra cui la demolizione dell'intonaco delle pareti. In tale occasione probabilmente si demolisce anche il corpo che chiudeva ad ovest la corte prima della chiesa. Lo stato prima dei restauri è rappresentato in una fotografia pubblicata in B 03000226 (p. 213).

intero bene, Nel 1925-1926 l'arcivescovo di Fermo fa eseguire, sotto la direzione della Soprintendenza regionale, diversi restauri, fra cui la demolizione dell'intonaco delle pareti. In tale occasione probabilmente si demolisce anche il corpo che chiudeva ad ovest la corte prima della chiesa. Lo stato prima dei restauri è rappresentato in una fotografia pubblicata in B 03000226 (p. 213).

intero bene, Nel 1925-1926 l'arcivescovo di Fermo fa eseguire, sotto la direzione della Soprintendenza regionale, diversi restauri, fra cui la demolizione dell'intonaco delle pareti. In tale occasione probabilmente si demolisce anche il corpo che chiudeva ad ovest la corte prima della chiesa. Lo stato prima dei restauri è rappresentato in una fotografia pubblicata in B 03000226 (p. 213).

intero bene, Nel 1925-1926 l'arcivescovo di Fermo fa eseguire, sotto la direzione della Soprintendenza regionale, diversi restauri, fra cui la demolizione dell'intonaco delle pareti. In tale occasione probabilmente si demolisce anche il corpo che chiudeva ad ovest la corte prima della chiesa. Lo stato prima dei restauri è rappresentato in una fotografia pubblicata in B 03000226 (p. 213).

intero bene, Nel 1925-1926 l'arcivescovo di Fermo fa eseguire, sotto la direzione della Soprintendenza regionale, diversi restauri, fra cui la demolizione dell'intonaco delle pareti. In tale occasione probabilmente si demolisce anche il corpo che chiudeva ad ovest la corte prima della chiesa. Lo stato prima dei restauri è rappresentato in una fotografia pubblicata in B 03000226 (p. 213).

torri, Nel 1297 le due torri scalarie sono trasformate in campanili.

intero bene, La chiesa è danneggiata dal terremoto del 26.9.1997.

Datazione
XI - XII
Localizzazione
(MC) Corridonia
Identificatore
1100046701
Proprietà
proprietà Ente ecclesiastico

Chiesa di S. Claudio al Chienti Chiesa di S. Claudio al Chienti Chiesa di S. Claudio al Chienti Chiesa di S. Claudio al Chienti Chiesa di S. Claudio al Chienti