PALAZZO DEL COMUNE
Tipo
palazzo per attività pubbliche e direzionali pubblico
Autore
Cantoni - perizia
Biaschelli - progetto di restauro
Mattia Filippo De - progetto di restauro
Aleandri Ireneo - consulenza
Ghinelli Vincenzo - progetto
Robuschi - consolidamento della facciata
Petrini Clemente Luigi - consolidamento della facciata
maestranze locali ottocentesche B 03001372 (pp. 122...124)
maestranze locali ottocentesche B 03000738 (p. 466)
maestranze locali ottocentesche B 03001644 (pp. 198...199)
maestranze locali ottocentesche B 03001617 (p. 46)
maestranze locali ottocentesche B 03001338 (p. 64)
Descrizione

edificio precedente, Nel 1606 il Comune acquista il palazzo della famiglia Scotti per trasferirvi gli uffici, non più sicuri nel Palazzo del Governatore.

edificio precedente, Una perizia redatta nel 1815 dall'arch. Cantoni e dai capomastri Fontana e Sassi rivela che l'edificio doveva esser demolito sin dal 1803.

edificio precedente, Nel 1829 gli architetti Biaschelli e De Mattia presentano un progetto per il restauro del palazzo che viene sottoposto per un parere a Ireneo Aleandri il quale, con lettera del 1834, lo giudica pieno di errori e quindi irrealizzabile.

edificio precedente, Nel 1843, dopo aver imposto nuove misurazioni del palazzo, l'arch. Aleandri rifiuta di redigerne il progetto di restauro .

intero bene, Nel 1844 il progetto per il palazzo comunale é affidato all'arch. Vincenzo Ghinelli, che lo estende anche alla casa di proprietà della famiglia De Sanctis, acquistata nel 1849, collegandolo in tal modo alla Caserma. I lavori si concludono nel 1854.

intero bene, Nel 1844 il progetto per il palazzo comunale é affidato all'arch. Vincenzo Ghinelli, che lo estende anche alla casa di proprietà della famiglia De Sanctis, acquistata nel 1849, collegandolo in tal modo alla Caserma. I lavori si concludono nel 1854.

intero bene, Nel 1844 il progetto per il palazzo comunale é affidato all'arch. Vincenzo Ghinelli, che lo estende anche alla casa di proprietà della famiglia De Sanctis, acquistata nel 1849, collegandolo in tal modo alla Caserma. I lavori si concludono nel 1854.

intero bene, Nel 1844 il progetto per il palazzo comunale é affidato all'arch. Vincenzo Ghinelli, che lo estende anche alla casa di proprietà della famiglia De Sanctis, acquistata nel 1849, collegandolo in tal modo alla Caserma. I lavori si concludono nel 1854.

intero bene, Nel 1844 il progetto per il palazzo comunale é affidato all'arch. Vincenzo Ghinelli, che lo estende anche alla casa di proprietà della famiglia De Sanctis, acquistata nel 1849, collegandolo in tal modo alla Caserma. I lavori si concludono nel 1854.

ringhiera in pietra della facciata, Nel 1894 alcuni dissesti interessano la facciata principale ed in particolare la ringhiera in pietra. L'ing. Robuschi progetta l'inserimento di catene in ferro al fine di contenere la rotazione della facciata. Tale soluzione viene attuata e ritenuta migliore di quella prospettata dal Petrini che proponeva il rifacimento della ringhiera e della facciata in marmo di Carrara.

ringhiera in pietra della facciata, Nel 1894 alcuni dissesti interessano la facciata principale ed in particolare la ringhiera in pietra. L'ing. Robuschi progetta l'inserimento di catene in ferro al fine di contenere la rotazione della facciata. Tale soluzione viene attuata e ritenuta migliore di quella prospettata dal Petrini che proponeva il rifacimento della ringhiera e della facciata in marmo di Carrara.

intero bene, Il terremoto del 26.9.1997 danneggia l'edificio.

intero bene, Il terremoto del 26.9.1997 danneggia l'edificio.

Datazione
XVII - XVII
Localizzazione
(MC) Matelica
Identificatore
1100046872
Proprietà
proprietà Ente locale

Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune