PALAZZO DEL COMUNE
Tipo
palazzo per attività pubbliche e direzionali pubblico
Autore
Antonini Antonio - rifacimento facciata
Petrini Cleomene Luigi - rifacimento cortile
maestranze locali analisi dei caratteri stilistici e costruttivi (n.d.c.)
Descrizione

intero bene, Viene realizzato un nuovo corpo edilizio che si allunga verso il cortile.

intero bene, Al secondo piano vengono ospitate la Pinacoteca e la Biblioteca Comunale, al primo gli uffici della Cassa di Risparmio.

intorno, Viene sistemata l`area esterna al palazzo verso il Palazzo del Podestà. Si realizza così la scalinata di collegamento con la Piazza del Comune rialzando la quota della pavimentazione a ridosso del Palazzo del Comune.

intero bene, Durante tutto il secolo vengono apportate numerose modifiche interne per adattare l'edificio alle moderne esigenze funzionali ed impiantistiche. Tra le modifiche più consistenti si annovera la realizzazione di una scala in c.a. a sostituzione di quella ottocentesca che viene demolita

intero bene, All'interno del palazzo è ospitato il forno pubblico.

intero bene, Alcuni ambienti del palazzo ospitano il Monte di Pietà

intero bene, Il terremoto provoca ingenti danni, tra cui il crollo della `Sala Maggiore' (probabilmente l'attuale sala del Consiglio) ed il grave dissesto della volta sopra le scale.

intero bene, Il palazzo viene restaurato. Verosimilmente il restauro consiste in una vera e propria opera di ricostruzione dei piani primo e secondo.

intero bene, Innocenzo VIII (Giovanni Battista Cybo) cede il palazzo alla Casa Cibo.

intero bene, I soldati francesi saccheggiano Fabriano: viene incendiato l`archivio Comunale sito all'interno del palazzo.

intero bene, Dalla veduta prospettica dello Strona (1824) è possibile osservare le fattezze del palazzo: il prospetto sulla Piazza del Podestà, privo ora del marcapiano, si è arricchito di due nuove finestre accanto al portale di ingresso

cortile, In aderenza al corpo edilizio del teatro viene realizzato, su progetto dell arch. Cleomene Luigi Petrini, un corpo edilizio a corte con due loggiati, occupando così (almeno parzialmente) l'area del preesistente cortile porticato che viene completamente rimosso. La costruzione di questo corpo edilizio salda definitivamente il Palazzo Comunale con il Teatro Gentile, creando un unico blocco edilizio.

intero bene, Il giorno 26 settembre 1997 ha inizio una serie di scosse sismiche che provoca nell'edificio i seguenti danni: lesioni per cedimento degli architravi

intero bene, Il giorno 30/11/1999 è approvato dai competenti uffici il progetto di ripristino recupero e restauro che in particolare prevede le seguenti opere: eliminazione della spinta delle volte, realizzazione di connessioni efficaci tramite incatenamenti, realizzazione di piani di controvento che impediscano la rotazione

intero bene, Il giorno 30/11/1999 si consegnano i lavori.

intero bene, Viene costruito il palazzo della famiglia Chiavelli presente a Fabriano già dal XII sec., la cui signoria verrà riconosciuta ufficialmente dalla Chiesa nel 1383. Il palazzo, che corrisponde alla parte anteriore di quello attuale, è dotato di un cortile porticato simile a quello attuale.

intero bene, E' attestata con certezza l'esistenza del palazzo.

intero bene, A seguito dell`eccidio dei Chiavelli, avvenuto il 25 maggio 1435, il palazzo diventa proprietà della Camera Apostolica.

intero bene, Da un inventario di beni mobili presenti nel palazzo si apprende che questo è costituito da tre piani e ventisette stanze. Al piano primo c'è una loggia colonnata, un corridoio, una cappella ed una stanza da letto (oltre ad altre stanze, n.d.c.)

intero bene, La comunità di Fabriano acquista l`edificio dalla Casa Cibo, destinandolo a residenza del Magistrato.

intero bene, Innocenzo VIII (Giovanni Battista Cybo) cede il palazzo alla Casa Cibo.

intero bene, Dalle rappresentazioni della città di Fabriano pubblicate in questo periodo possiamo rilevare come l'edificio non abbia subito modifiche sostanziali rispetto alla configurazione dei secoli precedenti. Sul prospetto della piazzetta del Podestà si apre il solo portone centrale, al primo piano vi sono due coppie di finestre simmetriche al portone e un marcapiano separa i due piani superiori

intero bene, L`arch.Antonio Antonini da Collamato ricostruisce la facciata. Questo intervento lascia ipotizzare un restauro complessivo del palazzo che potrebbe aver riguardato sia la distribuzione interna che gli altri prospetti. Ciò è confermato anche dal fatto che le attuali finestrature sul prospetto nord (piazzetta del Podestà) non corrispondono alla veduta del Blaeu del 1630.

intero bene, A partire da questa data il palazzo ospita vari uffici pubblici.

piano terra, In un locale del piano terreno, prossimo al cortile, è ospitato l`ufficio postale.

intero bene, In alcuni ambienti del palazzo viene ospitato l`archivio pubblico, in altri la macina (forse il mulino pubblico, n.d.c.).

Datazione
XVII - XVIII
Localizzazione
(AN) Fabriano
Identificatore
1100047178
Proprietà
proprietà Ente locale

Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Palazzo del Comune Veduta del Palazzo del Podestà e del Palazzo del Comune