PORTA DI MONTE ANTICO
Tipo
urbica(Macrotipo: architettura militare)
Autore
ricostruzione attuale ambito culturale: maestranze locali cinquecentesche
costruzione originaria ambito culturale: età medioevale
prima ricostruzione ambito culturale: architettura militare quattrocentesca
Descrizione
intero bene - rappresentazione - secolo XVI - Nella pianta di Ripatransone risalente al 1598, Porta di Monte Antico dispone di un antemurale a mo' di fortilizio, oggi scomparso.intero bene - costruzione - secolo XIII - Nel 1086 Ugo, vescovo di Fermo, riuni` i quattro castelli di Agello, Monte Antico, Roflano e Capodimonte: il comune vero e proprio però sorse solo sul finire del 1205 con un atto dei rappresentanti locali ed Adenulfo, vescovo di Fermo. E' da presumere che in questo periodo si costruiscano le mura urbiche ed i torrioni (n.d.c.). Nelle' Costituzioni della Marca' del cardinale Egidio Albornoz (1357) il comune, sorto dall'unione dei quattro castelli, assunse il nome di 'Ripa Transonum' e venne classificato nelle ' Civitatis Mediocres' del Piceno.intero bene - danni - secolo XIV - Ripatransone sul finire del sec. XIV subi` l`assedio delle truppe ghibelline, nel 1415 subì il saccheggio dei soldati dei Malatesta e nel 1442 l'occupatazione dalle truppe di Francesco Sforza, ma il 18 gennaio 1445, festa di S. Prisca, i ripani guidati da Santoro Pucci riuscirono a scacciare gli sforzeschi. Dopo la battaglia contro lo Sforza, le mura ed i torrioni erano ormai cadenti.città - vicende storiche - secolo XVI - Ripatransone all`inizio del sec. XVI fu assalita due volte dagli eserciti spagnoli: una prima volta nel 1515 subi' il saccheggio e nel 1521 riusci' a respingerli.intero bene - ricostruzione - secolo XV - Dopo la battaglia contro Francesco Sforza, le mura ed i torrioni erano ormai cadenti. Per intercessione del ripano Francesco Lunerti, l'allora pontefice, con apposita bolla del 4 marzo 1445, concesse a Ripatransone l'esenzione dalle tasse per trenta anni: con tali aiuti si inizio' la ricostruzione con maestranze specializzate giunte dall'Umbria. Sopravvenne pero' un 'epidemia di colera ed i muratores tornarono in Umbria, cessata l'epidemia altri aiuti furono inviati da Giosia d'Acquaviva, duca d'Atri, ed i torrioni furono definitivamente ricostruiti nel 1447.
Localizzazione
(AP) Ripatransone
Identificatore
1100047478

Porta di Monte Antico Porta di Monte Antico Porta di Monte Antico Porta di Monte Antico