VILLA SPADA
Tipo
signorile(Macrotipo: architettura residenziale)
Autore
Valadier Giuseppe - progetto
Poletti Luigi - progetto non realizzato di un tempietto
costruzione ambito culturale: maestranze locali ottocentesche
Descrizione
edificio precedente - soppressione napoleonica - secolo XIX - Nel 1810 il convento è indemaniato e successivamente, insieme alla tenuta circostante, è venduto a privati.intero bene - costruzione - secolo XIX - Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti.intero bene - proprietà - secolo XIX - La villa ha avuto diversi passaggi di proprietà: dal gonfaloniere Luigi Angelini passò ai conti Spada, poi ai principi Bonaparte di Canino, all'ing. Ferranti, alla Pia Fondazione `I Figli del Divin Padre` Istituti Riuniti S. Rita da Cascia ed infine al Comune di Treia.muro di contenimento lungo la S.P. Romana - evento sismico - danni - secolo XX - Il muro di contenimento del parco lungo la S.P. Romana è danneggiato dal terremoto del 26.9.1997.tempietto - progetto - secolo XIX - L'arch. Poletti esegue nel 1833 tre progetti di un tempietto circolare da collocarsi nel giardino.edificio precedente - costruzione - secolo XVI - I Cappuccini fra il 1573 e il 1575 costruiscono il proprio convento dedicato a S. Savino
Localizzazione
(MC) Treia
Altra località: V.la Spada (IGM)-
Identificatore
1100048941

Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada