VILLA SPADA
Tipo
villa extraurbana signorile
Autore
Valadier Giuseppe - progetto - B 03000758 (pp. 31...36)Valadier Giuseppe - progetto - B 03000526 (pp.: 62Valadier Giuseppe - progetto - B 03001617 (p. 106)Valadier Giuseppe - progetto - B 03000206Valadier Giuseppe - progetto - B 03000813 (pp. 106...111)Poletti Luigi - progetto non realizzato di un tempietto - B 03000758 (pp. 31...36)
maestranze locali ottocentesche B 03000201 (p. 300)
maestranze locali ottocentesche B 03000206
maestranze locali ottocentesche B 03000526 (pp. 62
maestranze locali ottocentesche B 03000758 (pp. 31...36)
maestranze locali ottocentesche B 03001617 (p. 106)
maestranze locali ottocentesche B 03001338 (p. 103)
maestranze locali ottocentesche B 03001644 (p. 207)
maestranze locali ottocentesche B 03000813 (pp. 106...111)
Descrizione

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03000201 (p. 300)

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03000758 (pp. 31...36)

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03000526 (pp.: 62

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03001338 (p. 103)

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03001644 (p. 207)

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03001617 (p. 106)

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03000206

intero bene, Il gonfaloniere Luigi Angelini, acquistato il Convento e le proprietà circostanti di S. Savino, incarica nel 1815 l'arch. Giuseppe Valadier di progettare un "casino di campagna". Il perimetro dell'attuale villa ricalca quello dell'originario convento. In B 03001338 e B 03001644 la villa è erroneamente attribuita al Poletti., B 03000813 (pp. 106...111)

intero bene, La villa ha avuto diversi passaggi di proprietà: dal gonfaloniere Luigi Angelini passò ai conti Spada, poi ai principi Bonaparte di Canino, all'ing. Ferranti, alla Pia Fondazione `I Figli del Divin Padre` Istituti Riuniti S. Rita da Cascia ed infine al Comune di Treia., B 03000201 (p. 300)

intero bene, La villa ha avuto diversi passaggi di proprietà: dal gonfaloniere Luigi Angelini passò ai conti Spada, poi ai principi Bonaparte di Canino, all'ing. Ferranti, alla Pia Fondazione `I Figli del Divin Padre` Istituti Riuniti S. Rita da Cascia ed infine al Comune di Treia., notizia fornita dall'UTC (n.d.c.)

muro di contenimento lungo la S.P. Romana, Il muro di contenimento del parco lungo la S.P. Romana è danneggiato dal terremoto del 26.9.1997., notizia fornita dall'UTC (n.d.c.)

tempietto, L'arch. Poletti esegue nel 1833 tre progetti di un tempietto circolare da collocarsi nel giardino., B 03000758 (pp. 31...36)

edificio precedente, I Cappuccini fra il 1573 e il 1575 costruiscono il proprio convento dedicato a S. Savino, B 03001010 (p. 60)

edificio precedente, I Cappuccini fra il 1573 e il 1575 costruiscono il proprio convento dedicato a S. Savino, B 03000216 (p. 23)

edificio precedente, I Cappuccini fra il 1573 e il 1575 costruiscono il proprio convento dedicato a S. Savino, B 03000813 (pp. 106...111)

edificio precedente, Nel 1810 il convento è indemaniato e successivamente, insieme alla tenuta circostante, è venduto a privati., B 03001010 (p. 142)

edificio precedente, Nel 1810 il convento è indemaniato e successivamente, insieme alla tenuta circostante, è venduto a privati., B 03000216 (p. 23)

edificio precedente, Nel 1810 il convento è indemaniato e successivamente, insieme alla tenuta circostante, è venduto a privati., B 03000813 (pp. 106...111)

Datazione
XIX - XIX
Localizzazione
(MC) Treia
Identificatore
1100048941
Proprietà
proprietà Ente locale

Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada Villa Spada